Giocare a poker online: Omaha ed Omaha Hi Low

Omaha poker logo

L'Omaha è un'altra specialità di poker molto apprezzata online

L’Omaha è una variante che sta crescendo molto sopratutto nel poker online, quindi imparare questo gioco è divertente e può aprire nuove prospettive di guadagno.
Nonostante spesso si pensi che le varianti delle modalità del poker siano sottili, passare per esempio dal Texas Hold’em all’ Omaha ha delle sostanziali differenze, in termini non tanto di regole del gioco, quanto più di difficoltà. Nell’ Omaha Poker, ad esempio, invece che due carte private del Texas Hold’em ne vengono distribuite 4 e, dunque, la modalità di gioco cambia con più responsabilità del giocatore nelle proprie mani: se un giocatore è inesperto, avrà molte più difficoltà a giocare con 4 carte ad Omaha che non con 2 a Texas Hold’em. L’Omaha prevede infatti che un giocatore detenga in tutto nove carte, cinque che sono comuni a tutti e quattro tra le proprie mani, ma la combinazione di cinque carte deve essere effettutata obbligatoriamente con due carte di quelle private e tre con quelle del tavolo.


Per il maggior numero di carte che ogni giocatore ha è difficile che vi sia una mano molto più forte di un’ altra, quindi tutti tendono a rilanciare il piatto con la conseguenza di avere un piatto altissimo. Per questo motivo l’Omaha Poker è amatissimo ma, ovviamente, può far vincere tanto così come perdere. Inoltre una mano ritenuta forte a Texas Hold’em non è detto che lo sia a Omaha. Detenendo per esempio tra le mani AA, se a Texas Hold’em sarebbe ottimo per un poker o altre combinazioni, a Omaha la possibilità di avere un punteggio alto scende se si considera che anche gli altri giocatori hanno tante carte tra le mani. Se invece si ha un JQKA allora conviene puntare tantissimo perché si hanno tutte le possibilità per una scala reale. È invece preferibile scartare dei tris o dei poker che potrbbero non portare a niente come un 777J o un 6666.

Per quanto riguarda invece l’ Omaha Hi-Low, detto anche Eight or better, nello showdown un piatto viene diviso tra la mano più alta e la mano più bassa. Questo significa che un giocatore, nel corso del gioco, può tentare di concorrere sia per la mano più alta, sia per quella più bassa, o per entrambe le mani. Il modo in cui di conduce il gioco è prefettamente identico ad Omaha: si hanno sempre 4 carte, solo che le si possono utilizzare per le due mani. Si possono utilizzare ad esempio due carte di quelle che si hanno in mano per la mano alta e due per quella bassa che possono essere le stesse per entrambe le mani, o se di due carte, una può essere utilizzata per la mano alta e l’altra per una bassa. L’Asso, ad esempio, può essere utilizzato sia come carta più alta che come carta più bassa se precede il 2.

Per ottenere una mano bassa però un giocatore deve detenere 5 carte diverse fra loro e che siano inferiori al numero otto (per questo si chiama eight better), quindi ogni giocatore deve scegliere due carte che siano inferiori all’8 e poi utilizzare quelle che si trovano al centro del tavolo.

Alla fine della partita dunque un giocatore con la mano migliore si può trovare a dividere il piatto con un giocatore che abbia la mano minore, nonostante intento di tutti i giocatori sia prendersi tutto il piatto cercando di avere entrambe le mani. Se nessuno riesce ad avere una mano low allora il piatto sarà interamente della mano migliore.
Oggi quasi tutte le Poker Room offrono la possibilità di giocare ad Omaha ed Omaha Hi lo e spesso i tavoli sono più facili rispetto a quelli di Texas Hold’em no limit.
Provate ad imparare anche l’Omaha ed aggiungetelo al vostro repertorio, potreste trovare nuove strade di guadagno e di divertimento nel poker online italiano.

Altri post del blog:

  1. L'ultima moda nel Poker Online: l' Omaha ...
  2. Poker Online: strategie e consigli per giocare bene una partita di Texas Hold'em ...
  3. il Poker online offre una fantastica esperienza di gioco ...
This entry was posted in Uncategorized and tagged giocare a poker, Omaha Poker, poker online, poker room. Bookmark the permalink.

Comments are closed.